(IN) Netweek

CANTù

Un’isola ecologica all’avanguardia, efficiente e controllata Pessina: «L’aggiornamento tecnologico é indispensabile: da qui la scelta di procedere all’adeguamento della struttura alle esigenze crescenti dell’azienda e dell’utenza»

Share

Maggiore efficienza, migliori performance, un puntuale controllo e un’invidiabile flessibilità che consentono operazioni prima impossibili. «E, soprattutto - sottolinea Marco Pessina, amministratore unico di Service 24 Ambiente - un software moderno che permette il dialogo tra le piattaforme site in diversi comuni, affinché un domani il cittadino possa utilizzare il servizio dove sarà più comodo».

Sono questi gli innegabili vantaggi seguiti ai lavori che si stanno portando avanti al centro di raccolta di Tavernerio dove ha sede Service 24 Ambiente, la società di proprietà dei comuni di Albavilla, Albese con Cassano, Brunate, Capiago Intimiano, Erba, Lipomo, Montorfano, Orsenigo e Tavernerio.

«Da tempo stavamo facendo delle valutazioni per individuare quali interventi fossero adeguati per avere un impianto all’avanguardia e che consentisse di integrare i dati fra le due piattaforme più complete presenti sul territorio, ovvero Erba e Tavernerio - continua Pessina - La società ha intenzione di ampliarsi e di diventare punto di riferimento e di esempio per tutto il territorio del Nord Lombardia e l’aggiornamento tecnologico è indispensabile: da qui la necessaria scelta di procedere all’adeguamento della struttura alle esigenze crescenti dell’azienda e della nostra utenza. Non a caso, a breve, seguiranno ulteriori opere di adeguamento strutturale per rendere la piattaforma sempre più funzionale alle esigenze dei cittadini che serviamo: una vera Ecostazione».

Ecco il perché delle opere che si stanno eseguendo dallo scorso mese di aprile nella strada Vicinale di Nibitt a Tavernerio, alcune ancora in fase di esecuzione: lavori di automazione, aggiornamento tecnologico, ammodernamento strutturale, hardware e software. Gli interventi hanno coinvolto anche le colonnine e le pese.

«Il vecchio sistema, nato nel 1999, era stato anche adottato dal sottoscritto quando era alla presidenza de “Il Cilindro” di Alzate Brianza, ma è ormai obsoleto e mostra i segni del tempo, non consentendo di fare le corrette analisi al fine di approntare gare per i servizi sempre più competitive e per dare agli amministratori del territorio (sindaci e assessori prima di tutto) le corrette risposte sull’utilizzo delle piattaforme affinché possano rispondere sempre meglio e al minor costo alle esigenze del cittadino - spiega l’amministratore unico di Service 24 Ambiente - Aumentando i servizi e ricevendo sempre maggiori richieste, presto non sarebbe stato più in grado di consentire una gestione efficiente. Da qui la decisione di implementare un nuovo software che ci permetterà aggiornamenti settimanali automatici degli utenti iscritti all’anagrafe comunale e ai tributi per ciascun comune, garantendo una rilevante affidabilità e correttezza, con margini di sicurezza e controllo molto elevati, visto che l’accesso è riservato solamente a chi è registrato».

Un’isola ecologica di Tavernerio, insomma, davvero al passo coi tempi, il cui accesso è completamente automatizzato: utilizzando la Carta Regionale dei Servizi (CRS – tessera sanitaria), ogni entrata e ogni uscita è monitorata e sono registrati oltre al Comune di provenienza i pesi dei rifiuti conferiti.

«Se oggi non adegui strutture, non formi e coinvolgi il personale e innovi con le macchine, rischi di fornire un servizio carente e l’utente te lo fa subito notare - sostiene Pessina - Questo è solo l’aperitivo di quanto contiamo di fare nei prossimi anni. Ci aspettano sfide importanti come l’ampliamento del bacino di utenza per rendere sempre più competitivi i costi a fronte dell’escalation degli stessi che c’è stata negli ultimi anni nello smaltimento dei rifiuti. Il mio sogno è arrivare a garantire un’informazione adeguata e corretta ai cittadini che consapevoli possono contribuire attivamente a migliorare il nostro servizio».

Infine, Pessina conclude dicendo: “Sono solo due settimane che siamo partiti a raccogliere l’opinione dei cittadini sui nostri servizi attraverso il sito http://www.service24.co.it/it/avvisi-e-comunicazioni/357-questionario-soddisfazione-utenti.html e in circa un centinaio di persone hanno già risposto nella prima settimana esprimendo un giudizio positivo sul nostro operato. La cosa che più mi ha stupito è, però, che alcuni cittadini ci hanno chiesto di attivare servizi che abbiamo già attivato e di cui non sono, quindi, a conoscenza. Ecco perché è necessario che lavoriamo per costruire un sistema che, in modo intelligente, informi il cittadino attraverso lo sviluppo della nostra presenza digitale presso gli utenti e che pensi a informarli ed educarli al riciclo e ai benefici che porta all’ambiente, alle generazioni future e al proprio portafoglio. Ricordo che tutti quelli che hanno lasciato la mail partecipando al sondaggio e al miglioramento dell’azienda, che è anche un poco loro, riceveranno una sorpresa che scopriranno il 23 giugno, giorno del ventennale di Service 24».

Leggi tutte le notizie su "Cantù"
Edizione digitale

Autore:xxx

Pubblicato il: 24 Maggio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.